Tron: Guida Completa Alla Criptovaluta

Il mercato delle criptovalute è già molto ricco di ecosistemi e progetti, sia vecchi che emergenti, e vede ogni giorno l’aggiungersi di altri numerosi nuovi asset crittografici che, grazie a funzioni e tecnologie innovative, cercano di superare i “veterani” come Bitcoin ed Ethereum.

Anche se il suo lancio risale ad alcuni anni fa, una criptovaluta che negli ultimi mesi ha attirato molto l’attenzione è Tron.

Per saperne di più su questo progetto, su tutte le sue funzionalità, sul relativo token e su come acquistarlo, continuate a leggere questa guida.

Nascita e caratteristiche di Tron

Il lancio di Tron sul mercato è avvenuto nel 2017, ad opera di un’organizzazione senza scopo di lucro di Singapore. La fondazione, con a capo Justin Sun, ha ribadito più volte le sue linee guida principali, che sono trasparenza ed onestà e soprattutto usare i profitti come riserva per sviluppi futuri, senza quindi distribuire gli utili tra coloro che partecipano al progetto stesso.

L’ecosistema ha anche un piano di sviluppo che è già stato ben definito per gli anni a venire, suddiviso in sei fasi: nonostante si trovi ancora in quelle iniziali, il fatto che l’implementazione delle sue tecnologie sia già stato delineato, fa ben sperare per il futuro e per il raggiungimento degli obiettivi prefissi.

Vediamo ora quali sono le principali caratteristiche del progetto Tron.

Tron come social network

Ve lo aspettavate? Ebbene sì, all’interno di Tron gli utenti possono pubblicare contenuti, giochi e app. Questi possono ricevere commenti e “mi piace”, che faranno aumentare il compenso di chi li ha creati. Attraverso il token nativo TRX, gli utenti possono anche ottenere l’accesso a videogiochi altrimenti difficili da usare.

Coloro che generano contenuti rimarranno inoltre gli effettivi proprietari delle loro creazioni, a differenza di quanto accade con intermediari come ad esempio Google Play.

Lo scopo del progetto è infatti quello di poter, in futuro, eliminare qualsiasi intermediario, per la fruizione di contenuti e consentire agli utenti di accedervi da tutto il mondo senza l’intervento di terze parti.

Ad oggi la maggior parte del traffico è controllata da pochi “grandi” come Google, Facebook e Amazon, mentre l’obiettivo di Tron è quello di passare oltre questi intermediari, mantenendo la proprietà dei dati dei contenuti di intrattenimento nelle mani di coloro che li hanno creati.

Tron come blockchain decentralizzata

A parte l’aspetto social, Tron è una blockchain decentralizzata che supporta Smart Contract. Come protocollo di consenso viene usato il protocollo Proof of Stake, più evoluto rispetto al Proof of Work delle blockchain di vecchia generazione.

Questo meccanismo di consenso garantisce la sicurezza delle informazioni e delle transazioni gestite su Tron; grazie alla decentralizzazione e scalabilità, il sistema è inoltre in grado di effettuare migliaia di transazioni al secondo a costi molto bassi.

La decentralizzazione è assicurata dalla struttura di Tron, divisa in tre strati distinti e ciascuno con le proprie funzionalità: Applicazione, Archiviazione e Core.

Tronix TRX come criptovaluta

All’interno di Tron esistono vari tipi di token, tutti con nomi simili:

  • Tronix TRX: strumento cardine per il funzionamento del sistema poiché serve per la compravendita di contenuti all’interno di Tron; nell’ecosistema gli utenti possono acquistare e fruire dei contenuti pagando con token TRX e i creatori di contenuti vengono pagati sempre in TRX. Questo token possiede un suo valore ed andamento, per cui può essere scambiato con altre criptovalute.
  • Tron Power: questi token possono essere ottenuti dagli utenti che decidono di bloccare i loro token TRX (quindi fanno staking). Bloccando i loro TRX otterranno in cambio i Tron Power.
  • Tron 20 Token: consente ai generatori di contenuti di creare i loro token personalizzati che poi possono essere scambiati con altri token.

Un’ultima considerazione da fare è che i token di Tron non possono essere minati, ma vengono invece prodotti tramite lo staking.

Come comprare Tronix TRX?

Come abbiamo visto, gli unici token di Tron che possono essere acquistati online sono i Tronix TRX.

Per acquistarli si possono utilizzare due diversi metodi, entrambi semplici, veloci e sicuri ma con due funzionamenti diversi:

  • attraverso un broker intermediario, con cui si può speculare sulle variazioni di prezzo (sia al rialzo che al ribasso) dei TRX senza diventarne proprietari. I più usati sono eToro, OBR invest, Ava Trade, IQ Option, ecc.
  • usando una piattaforma di exchange, dove si possono comprare TRX (o frazioni di essi) e diventarne i legittimi proprietari. I più utilizzati sono Binance, Coinbase, Huobi, Kucoin, Kraken, ecc.

Pro e contro di Tron

Come tutti i progetti, anche Tron possiede sia dei pro che dei contro da non sottovalutare. Vediamo quali sono.

Pro:

  • blockchain decentralizzata e sicura, che permette transazioni veloci a bassi costi.
  • i creatori possono pubblicizzare i loro contenuti con commissioni molto basse e senza intermediari oltre a poter ricevere incentivi/pagamenti dagli altri utenti.
  • creatori ed utenti ricevono ricompense in TRX per il loro contributo all’interno della piattaforma.
  • punta ad una condivisione di contenuti globale, senza intermediari e lasciando i dati dei contenuti di intrattenimento a coloro che li hanno creati.
  • blockchain decentralizzata costruita su tre strati con funzioni ben definite.
  • protocollo di consenso Proof of Stake molto sicuro ed evoluto rispetto al suo predecessore.
  • piano per il futuro ben delineato in varie fasi.

Contro:

  • volatilità della criptovaluta TRX che è soggetta a forti oscillazioni proprio come tutte le altre esistenti.
  • progetto ancora in fase di sviluppo per cui tutte le sue funzionalità non possono ancora essere utilizzate.

Considerazioni finali

Tron è sicuramente un progetto ambizioso che si pone scopi ben delineati per il futuro. Essendo però anche alle prime fasi, bisogna vedere come questo evolverà in futuro e soprattutto se saprà reggere alla pressione degli altri progetti emergenti.

In ogni caso, punti a suo favore sono sicuramente l’idea di base di eliminare gli intermediari per la creazione e fruizione di contenuti, un token con molteplici funzioni, una blockchain scalabile, decentralizzata in tre strati e con un protocollo di consenso sicuro ed un team dedicato al progetto formato da esperti e professionisti.

Ora c’è solo da vedere se riuscirà a mantenere le promesse!

altre notizie che potrebbero interessarti

free webinar

TI SEI PERSO IL WEBINAR GRATUITO?
ISCRIVITI E GUARDA ORA IL REPLY!

Avrai accesso al Webinar completamente gratuito diretto direttamente da Ivo. Lascia il tuo nome e la tua email per ricevere l’accesso diretto.

    RICHIESTA INVIATA CORRETTAMENTE

    VERRAI RICONTATTATO DA UN NOSTRO CONSULENTE IL PRIMA POSSIBILE.

    DATI INVIATI CON SUCCESSO!

    LE ISCRIZIONI VENGONO VERIFICATE ED ELABORATE MANUALMENTE, TI INVIEREMO L’ACCESSO ENTRO UN MASSIMO DI 48 ORE.