Kusama: Guida Completa Alla Criptovaluta

​Progetti nascenti, progetti emergenti, progetti che falliscono e altri che si migliorano, nuove criptovalute sconosciute o vecchie ormai consolidate e note ai più: ormai il panorama della finanza decentralizzata è estremamente ampio e variegato ma oggi non voglio parlarvi di nessuna di queste categorie bensì di un progetto nel progetto cioè di Kusama.

Ma cosa significa che è un progetto nel progetto?

Se siete curiosi di scoprire a cosa mi riferisco, come funziona Kusama e come comprarla, continuate a leggere questa guida.

Nascita e caratteristiche di Kusama

Il progetto Kusama è stato fondato nel 2019 da Gavin Wood, un informatico inglese esperto in criptovalute che forse alcuni di voi conoscono come co-fondatore di Ethereum e creatore di Polkadot.

Ed è proprio con Polkadot che Kusama ha il suo legame, venendo infatti definito il “Canary Network” sperimentale di Polkadot, cioè il “canarino nella miniera di carbone” (da cui il suo logo a forma di uccellino).

Come i canarini venivano usati nelle miniere di carbone per rilevare in anticipo perdite di gas, così Kusama è un sistema in cui si possono preventivamente testare le nuove idee e funzionalità per individuarne i difetti e le criticità, prima di immetterle definitivamente nell’ecosistema Polkadot.

Polkadot è una multi-chain cioè una blockchain progettata per unificare altre reti di criptovalute.

Polkadot crea una rete di catene parallele e dialoganti tra loro, su cui distribuisce le transazioni così da non intasare una singola catena di blocchi.

Se volete approfondire il funzionamento di Polkadot potete trovare tutte le informazioni nell’articolo a questo link (link).

Ritornando a Kusama e alla sua funzione “canarino”, Kusama è una blockchain che si basa sullo stesso codice di Polkadot e viene definita sperimentale: Kusama può essere utilizzata come banco di prova per gli sviluppatori che hanno così la possibilità di testare le nuove funzioni in un ecosistema “reale”, nel senso di identico a quello che sarà quello finale (Polkadot) e di scoprire eventuali mancanze prima di rilasciare la versione ufficiale su Polkadot.

Alcuni esempi delle funzioni che si possono testare su Kusama sono:

  • si possono votare nuove proposte.
  • si possono fare delle campagne per la governance.
  • si possono apportare migliorie al sistema.
  • si possono usare tutte le funzionalità non ancora incluse in Polkadot.

Nonostante il legame con Polkadot, Kusama è comunque un ecosistema a sé, con una struttura e dei ruoli definiti. Vediamoli insieme.

Le blockchain Kusama

Su Kusama esistono vari tipi di blockchain:

  • la Relay Chain: questa è la blockchain principale in cui tutte le transazioni vengono finalizzate. Le nuove transazioni non vengono aggiunte qui, ma solo validate (a differenza di altre blockchain che incorporano creazione e validazione sulla stessa rete) in modo da permettere uno scambio molto più rapido.
  • le Parachains: queste sono delle blockchain personalizzate, che usano le risorse della blockchain principale (la Relay Chain) per validare le loro transazioni.
  • le Parathread: queste sono delle Parachains “a consumo” che non operano con la Relay Chain in maniera continuativa ma solo temporanea, pagando per il tempo in cui effettivamente si connettono.

Questa divisione dell’ecosistema rispecchia esattamente la struttura di Polkadot in quanto, come abbiamo detto, Kusama si tratta di una rete di prova realistica su cui testare le nuove funzioni prima del loro rilascio ufficiale.

Il protocollo Nominated Proof of Stake 

Forse avete già sentito parlare di Proof of Stake, un protocollo utilizzato da molte blockchain per garantire la sicurezza della rete e la distribuzione del consenso.

Kusama usa una variazione del Protocollo Proof of Stake chiamato Nominated Proof of Stake (NPoS).

Questo sistema permette a chiunque possegga i token Kusama KSM e faccia staking (quindi li blocchi) di assumere uno o più dei seguenti ruoli:

  • validatore: il validatore deve validare i dati sulla blockchain ed inoltre vota i cambiamenti proposti. I validatori, per il loro lavoro, ricevono una ricompensa in token KSM.
  • nominatore: si occupa della sicurezza della Relay Chain, selezionando i validatori più attendibili. I nominatori affidano i loro token KSM ai validatori e quindi distribuiscono a questi ultimi il potere di voto. I nominatori condividono parte delle ricompense in token ottenute dai validatori.

KSM – il token di Kusama

KSM è il token nativo di Kusama, cioè la vera e propria criptovaluta della rete. Anche se Kusama è solo un ambiente di prova per i futuri progetti di Polkadot, i token KSM hanno effettivamente un loro valore e possono essere acquistati o scambiati.

Le funzioni dei token KSM sono le seguenti:

  • esistenza vera e propria del progetto in quanto Kusama è di proprietà di coloro che detengono KSM. Non esiste un organo centrale ma tutte le decisioni riguardo all’ecosistema vengono prese da coloro che partecipano al progetto detenendo i token.
  • staking e aste parachain: chi possiede KSM può bloccare i propri token (staking) in favore di uno o di un altro nuovo progetto per cui vuole esprimere la sua preferenza e quindi il suo voto. Il progetto che vince l’asta riceverà il finanziamento più cospicuo.
  • pagamento delle ricompense per validatori e nominatori che vengono appunto pagati in token KSM.

Come comprare Kusama KSM?

I token AVAX possono essere acquistati in due modi, entrambi di funzionamento facile da comprendere ma con funzioni diverse:

  • affidarsi ad un broker intermediario: ad oggi ne esistono svariati ma i più utilizzati e sicuri sono eToro, OBRinvest, Capital.com, IQ Option, ecc.

Nel caso di acquisto tramite un broker intermediario non si diventerà effettivi proprietari dei token ma si potrà speculare sulle loro variazioni di prezzo, sia al rialzo che al ribasso.

  • utilizzare una piattaforma di Exchange: gli Exchange sono ancora più numerosi e non tutti sono affidabili per cui raccomandiamo di verificarne sempre l’attendibilità. I più usati sono Coinbase, Binance, Kraken, Huobi, Crypto.com, Kucoin, ZBG, ecc. Acquistando AVAX tramite Exchange si diventerà proprietari dei token (o delle frazioni di essi) acquistati.

Le differenze tra Kusama e Polkadot

Nonostante le due blockchain possano essere considerate l’una lo specchio dell’altra, Kusama, come si legge nel sito ufficiale, è “un ambiente di sviluppo sperimentale per i team che vogliono muoversi velocemente ed innovare Kusama o prepararsi per il rilascio su Polkadot”.

Per questo, mentre quelle su Polkadot sono funzioni ufficiali e stabili, quelle su Kusama sono delle prove che vanno quindi utilizzate a proprio rischio e pericolo.

Un’altra importante differenza è la velocità di governance dell’ecosistema: su Kusama servono sette giorni per votare una qualsiasi modifica e otto giorni perché questa diventi effettiva. Su Polkadot il processo richiede invece un mese per ciascuna fase.

L’ultima differenza è che diventare un validatore e fare staking su Kusama è molto più semplice rispetto a Polkadot, in quanto i requisiti minimi per lo staking sono molto più bassi.

Considerazioni finali

Come Polkadot, anche Kusama è un progetto interessante, con buone funzionalità e parecchi punti di forza.

A differenza però della blockchain “cugina” Polkadot, non bisogna dimenticare che Kusama è una blockchain destinata alla sperimentazione; questo significa che essa viene mantenuta in vita finché ci sono persone che desiderano implementare Polkadot, e per questo lascia un po’ a desiderare in quanto stabilità e sicurezza a favore della velocità della rete.

altre notizie che potrebbero interessarti

free webinar

TI SEI PERSO IL WEBINAR GRATUITO?
ISCRIVITI E GUARDA ORA IL REPLY!

Avrai accesso al Webinar completamente gratuito diretto direttamente da Ivo. Lascia il tuo nome e la tua email per ricevere l’accesso diretto.

    RICHIESTA INVIATA CORRETTAMENTE

    VERRAI RICONTATTATO DA UN NOSTRO CONSULENTE IL PRIMA POSSIBILE.

    DATI INVIATI CON SUCCESSO!

    LE ISCRIZIONI VENGONO VERIFICATE ED ELABORATE MANUALMENTE, TI INVIEREMO L’ACCESSO ENTRO UN MASSIMO DI 48 ORE.