Kava: guida completa alla criptovaluta

Kava è un progetto relativamente recente: è nato solo nel 2018, ma in un mondo – quello delle criptovalute e dei progetti blockchain – in cui nuove realtà prendono vita ogni giorno, un progetto con due anni di età è già molto più vecchio di molti altri.

Cos’è KAVA?

Kava è il nome che identifica sia la piattaforma decentralizzata di Kava che il suo utility token.

La piattaforma

Kava è una piattaforma decentralizzata di prestito di criptomonete. Si propone, quindi, come risorsa sia per chi prende in prestito delle criptovalute (depositandone altre come collaterale) sia per chi deposita liquidità sulla piattaforma.

In particolare, chi prende in prestito delle cripto ha la possibilità di incrementare il profitto dei propri investimenti grazie ai sistemi delle leve e agli incentivi sui prestiti.

Ma se c’è qualcuno che prende un prestito deve esserci anche qualcuno dall’altra parte che mette a disposizione della liquidità perché possa essere presa in prestito. Ecco che, dall’altra parte, abbiamo i liquidity provider: utenti che forniscono liquidità alla piattaforma e in cambio ricevono un “reward”: è, quindi, un modo per gli utenti di mettere a rendere le proprie criptomonete.

Da dove derivano i “reward”? Chi prende un prestito è tenuto a ripagarlo con l’aggiunta di interessi: chi fornisce liquidità riceve una parte della quota di interessi in maniera proporzionale alla quantità di liquidità depositata sulla piattaforma.

La blockchain

Kava non è la sola piattaforma di lending decentralizzata. Perché, allora, è tanto promettente? Ci sono vari motivi, uno dei quali è costituito dal fatto di esistere su una blockchain alternativa a quella di Ethereum.

Ethereum non ha niente che non va se non che, essendo stata per molti anni la sola blockchain sulla quale venivano sviluppati progetti di successo, la rete è – attualmente – intasata: le transazioni sono lente ma soprattutto – ed è questo il limite più grande – costose. Tanto costose che le piattaforme di lending decentralizzato che girano su Ethereum sono praticamente inaccessibili ai piccoli investitori, che si ritroverebbero a pagare fee per le transazioni più alte della somma investita!

Su quale blockchain gira, allora, Kava? La blockchain in questione è Cosmos, una blockchain sulla quale si possono firmare gli smart contract che, per farla semplice, rendono possibile il funzionamento di piattaforme come Kava.

Kava: il token

Kava è l’utility token della piattaforma omonima. A cosa serve?

Innanzitutto, ogni volta che su una piattaforma del genere viene effettuata qualsiasi tipo di operazione – un deposito, un prelievo, o la firma di uno smart contract – devono essere pagate delle fee. Le fee sono in genere pagate con l’utility token della piattaforma. Se la piattaforma ti consente di scegliere, pagare le fee nell’utility token nativo significa risparmiare sulle fee.

Inoltre, quando depositi liquidità su Kava e ottiene una percentuale di rewards (espresso in una percentuale annuale APY – che tiene conto del compound – o APR) in Kava.

Come guadagnare con Kava?

Ci sono vari modi di guadagnare con Kava:

  1. Puoi semplicemente acquistare Kava e rivendere il token in un momento in cui il suo valore è più alto di quello al quale lo hai acquistato. Acquistare Kava è particolarmente semplice perché il token è listato su Binance che è probabilmente l’exchange più utilizzato e sicuro attualmente.
  2. Depositare liquidità sulla piattaforma

Quando si deposita liquidità sulla piattaforma, si riceve un reward in Kava o Hard. Il reward viene calcolato in percentuale sulla somma depositata e può essere considerato a tutti gli effetti come una percentuale di interesse che si può maturare sulla somma investita.

La percentuale di “supply reward” dipende dal token che si sceglie di depositare. Per ricevere Kava si deve depositare USDX, la stablecoin nativa della piattaforma. Tutte le altre supply ti offrono un reward in Hard. Per chi volesse puntare il proprio investimento su Kava, è comunque possibile swappare gli Hard in Kava (tramite lo swap presente sulla piattaforma di Kava stessa).

Il Dump

Quando si “swappa” il reward ottenuto in un altro token, si parla di “Dump”. Quando si deposita liquidità, si può cambiare il token che si riceve come reward (qualsiasi esso sia) e ottenere un altro token o addirittura una stablecoin.

In questo modo, si può evitare di essere esposti alla volatilità di un token come Kava (o qualsiasi altro).

Il Dump ha i suoi vantaggi e svantaggi. Il vantaggio è quello che abbiamo appena esposto: quello di non essere esposto alla volatilità di un particolare tipo di token. Anche lo svantaggio è legato alla volatilità del token: essendo volatile, un token come Kava potrebbe perdere valore ma potrebbe anche acquistarlo. Dumpando Kava rinunci alla possibilità di un potenziale futuro guadagno basato sull’aumento del suo valore.

Dump e Hodl (hodl è il termine che si usa in gergo per indicare la strategia che si basa sul detenere un token in attesa che il suo valore aumenti) hanno entrambi vantaggi, svantaggi e rischi. La tua scelta dipenderà dalla fiducia che hai nel progetto in cui hai deciso di investire.

Kava: un progetto degno di fiducia?

Il giudizio positivo o negativo su Kava non spetta a noi: chi deve prendere le decisioni è solo colui che decide di investire i propri soldi nel progetto stesso. Possiamo però condividere il maggior numero di informazioni su Kava, in modo da renderti capace di prendere le tue decisioni con la giusta consapevolezza.

MarketCap

Il Market Cap è un parametro che indica il valore di tutte le monete circolanti sul mercato. Per le criptovalute, è importante dare uno sguardo al Market Cap attuale ma anche osservare se è andato aumentando nel tempo.

Quello di Kava è oggi di $567,816,034, ma è anche importante notare come questo parametro sia andato aumentando nel tempo.

Essendo il market cap dato dal prodotto tra il prezzo del token e la quantità di moneta circolante, un market cap in salita ci fa capire che, nel tempo, sempre più persone hanno utilizzato Kava mentre il suo prezzo andava aumentando o è rimasto stabile.

Prezzo

Il prezzo di Kava ha subito una forte crescita iniziale e poi è rimasto su un trend costante (oggi un Kava vale circa 3 dollari).

Conclusione

Il progetto di Kava è simile a molti altri, ma ha i suoi vantaggi, come quello di essere costruito sulla blockchain di Cosmos, che ti permette di effettuare operazioni al costo di pochi centesimi. Kava è uno di quei progetti accessibili anche ai piccoli investitori.

altre notizie che potrebbero interessarti

RICHIESTA INVIATA CORRETTAMENTE

VERRAI RICONTATTATO DA UN NOSTRO CONSULENTE IL PRIMA POSSIBILE.

DATI INVIATI CON SUCCESSO!

LE ISCRIZIONI VENGONO VERIFICATE ED ELABORATE MANUALMENTE, TI INVIEREMO L’ACCESSO ENTRO UN MASSIMO DI 48 ORE.