Filecoin: Guida Completa Alla Criptovaluta

Interessandosi e addentrandosi nel mondo delle criptovalute, si scopre velocemente come queste siano veramente tantissime e come nuovi progetti vengano di continuo lanciati o implementati. A quelli più datati e a quelli recenti si aggiungono poi quelli che, nonostante abbiano già qualche anno, iniziano solo ora ad attirare l’attenzione e ad ottenere un buon successo.

Tra questi troviamo Filecoin, un progetto nato qualche anno fa ma che soltanto adesso sta facendo parlare di sé.

Per scoprire come funziona Filecoin e come comprare la sua criptovaluta continuate a leggere questa guida.

Storia e caratteristiche di Filecoin

Nel 2015, dal fondatore e CEO di Protocol Labs Juan Benet, nasce il protocollo IPFS (InterPlanetary File System), cioè una rete globale per lo scambio di dati in maniera decentralizzata.

Da questo protocollo, nel 2017, scaturisce Filecoin, progetto che ha attirato fin da subito l’interesse degli investitori, che lo ha portato a raccogliere più di 250 milioni di dollari, un investimento decisamente da record.

Soprattutto nell’ultimo anno, periodo che ha visto un vero e proprio boom delle criptovalute, Filecoin ha riscosso un buon successo e conseguente rialzo del suo valore.

Filecoin è un servizio decisamente innovativo ed unico nel suo genere poiché è un sistema blockchain che consente di conservare i propri file da remoto: è decentralizzato, quindi accessibile da tutto il mondo ed essendo un apparato di storage condiviso esso è a disposizione di tutti gli utenti della rete.

Filecoin come storage decentralizzato

Come fa Filecoin ad essere un sistema di immagazzinamento (quindi un cloud) che, a differenza di quelli che siamo abituati a conoscere (come ad esempio Google o Amazon), è invece decentralizzato?

Proprio come faremmo su altri cloud, chi vuole memorizzare i propri file su Filecoin paga per il servizio; tuttavia, allo stesso tempo, si può anche “affittare” il proprio spazio di archiviazione ed essere pagati da Filecoin.

I dati degli utenti vengono memorizzati in tutti i dispositivi connessi alla rete Filecoin, rendendo quindi il sistema completamente decentralizzato.

Sulla blockchain esistono tre tipi di attori:

  • i miner, cioè i fornitori di spazio di archiviazione: chiunque può diventare un “fornitore” e affittare lo spazio sul suo dispositivo, è sufficiente che il computer abbia accesso ad internet ed un server con molto spazio libero.
  • gli utenti che decidono di archiviare i propri dati: coloro che decidono di utilizzare lo storage su Filecoin possono negoziare con i fornitori; hanno la possibilità di scegliere velocità e costi e di affidarsi al miner che meglio soddisfa le proprie esigenze.
  • i miner di recupero: oltre ai miner che si occupano di archiviare i dati, esistono anche dei miner con il compito di recuperare questi stessi dati; essi devono semplicemente fornire agli utenti i dati da essi richiesti e non sono tenuti a fornire alcuna prova della loro memorizzazione.

Per essere certo che il miner abbia effettivamente conservato i dati nel suo dispositivo, Filecoin utilizza il protocollo Proof of TimeSpace (PoST).

Questo protocollo richiede ai partecipanti alla rete di fornire delle prove riguardo lo spazio fornito alla rete in un determinato periodo di tempo.

Per rendere il sistema estremamente sicuro, Filecoin utilizza anche la Proof of Replication (PoR), un altro protocollo che garantisce che i dati dell’utente siano stati conservati effettivamente in uno spazio unico dedicato a lui.

Il processo di funzionamento di Filecoin è in realtà di immediata comprensione e può essere riassunto così:

  • un cliente, basandosi su dati come velocità, durata e prezzo, sceglie un miner per conservare i suoi dati.
  • lo stesso cliente, in un wallet apposito, blocca i fondi necessari per il contratto.
  • se il miner accetta il contratto, questo viene pubblicato.
  • il cliente trasferisce i suoi dati al miner, il quale li sigilla in uno spazio di archiviazione dedicato e comincia a mandare prove di quanto effettuato.
  • durante tutta la durata dell’accordo il miner deve inviare continuamente prove dell’immagazzinamento dei dati e, in caso di ritardi o mancanze di esse, il miner verrà penalizzato.

Filecoin FIL come criptovaluta

FIL è il token e altcoin nativo della rete Filecoin e svolge diverse funzioni all’interno della blockchain:

  • meccanismo di ricompensa: dopo aver raggiunto un accordo con i miner, i clienti che archiviano i propri dati pagano i fornitori di spazio tramite token FIL.
  • penalizzare i miner che non inviano prove: come abbiamo detto, i miner sono tenuti ad inviare prove continue del loro stoccaggio di informazioni. Per ogni giorno in cui non le inviano, andranno incontro ad una penale che dovranno pagare in FIL.
  • premi per i nuovi blocchi: ogni volta che i miner aggiungono blocchi alla catena vengono ricompensati in FIL: Questi token non provengono dagli utenti, come nei due casi precedenti, ma vengono creati dal sistema come incentivo.
  • essendo una criptovaluta con proprio valore ed andamento, i token FIL possono essere acquistati (subito qui sotto vedremo le modalità) o scambiati con altri token.

Come comprare Filecoin FIL

Se volete acquistare i token per utilizzare Filecoin come spazio di archiviazione e pagare i fornitori, oppure volete speculare sul loro prezzo oppure cercare di trarre profitto seguendo il loro andamento, comprare token FIL è molto semplice e può essere fatto in due modi diversi:

  • tramite una piattaforma di exchange: queste piattaforme consentono di acquistare e diventare possessori di FIL (o frazioni di essi) scambiandoli con valute FIAT o con altre criptovalute già in vostro possesso. Gli exchange più utilizzati sono: Binance, Coinbase, Kraken, Crypto.com, Huobi, ecc.
  • affidandosi ad un broker intermediario: i broker consentono di speculare sul prezzo dei token FIL senza diventarne effettivamente proprietari. I più famosi sono eToro, IQoption, OBRinvest, ecc.

Pro e Contro di Filecoin

Pro:

  • cloud decentralizzato quindi veloce e sicuro.
  • chiunque può diventare provider di spazio di archiviazione.
  • sistema di prove a carico dei miner: queste rendono il meccanismo non solo sicuro ma anche efficiente.

Contro:

  • poca redditività.
  • nascita di progetti concorrenti come Sia e Storj.
  • imprevedibilità del mercato delle criptovalute.

Considerazioni finali

Filecoin è un progetto decisamente futuristico, che ha come grosso punto a suo favore la decentralizzazione per l’archiviazione di dati, caratteristica che manca agli attuali cloud di archiviazione “tradizionali”.

Lo scopo principale del progetto è infatti la possibilità per chiunque possieda un computer con dei requisiti minimi, di affittare lo spazio sul proprio server e venire retribuito per questo servizio.

Un grandissimo punto a suo favore, sia per il breve che per il lungo periodo, è sicuramente il concetto del sistema in sé, cioè l’essere uno storage di dati: nel mondo di oggi tutto si basa sullo scambio di dati ed il loro volume non potrà far altro che crescere negli anni a venire.

 

altre notizie che potrebbero interessarti

free webinar

TI SEI PERSO IL WEBINAR GRATUITO?
ISCRIVITI E GUARDA ORA IL REPLY!

Avrai accesso al Webinar completamente gratuito diretto direttamente da Ivo. Lascia il tuo nome e la tua email per ricevere l’accesso diretto.

    RICHIESTA INVIATA CORRETTAMENTE

    VERRAI RICONTATTATO DA UN NOSTRO CONSULENTE IL PRIMA POSSIBILE.

    DATI INVIATI CON SUCCESSO!

    LE ISCRIZIONI VENGONO VERIFICATE ED ELABORATE MANUALMENTE, TI INVIEREMO L’ACCESSO ENTRO UN MASSIMO DI 48 ORE.