È INIZIATO IL BLACKFRIDAY! FINO AL 40% DI SCONTO SU TUTTI I PRODOTTI IVO AVIDHOLD!

OFFERTE A NUMERO LIMITATO!

Giorni
Ore
Minuti
Secondi

Elrond: guida completa alla criptovaluta

La finanza decentralizzata si sta evolvendo sempre di più, come viene confermato dal nascere di una nuova criptovaluta, che punta a migliorare le criticità di quelle già esistenti. Questo è ciò che sta accadendo anche grazie alla rete decentralizzata Elrond, nata nel 2019.

I miglioramenti che sta apportando nella realtà delle criptovalute la stanno rendendo anche una delle più popolari del momento, tanto da suscitare l’interesse degli investitori, che stanno facendo la corsa per acquistare il suo token.

Se anche voi siete curiosi di scoprire le novità di Elrond, come funziona e perché se ne sta parlando tanto, continuate a leggere questa guida.

Nascita e caratteristiche di Elrond

Fondata nel 2017 da Beniamin Mincu, Lucian Mincu e Lucian Todea, la nuova piattaforma blockchain è supportata dalla società maltese Elrond Network.

Inizialmente la criptovaluta distribuita dalla società era nota come ERD, ma nel 2020 si è passati alla EGLD.

Nel 2020 è stata lanciata la sua rete principale, grazie ad un investimento privato del 2019 oltre all’Initial Exchange Offering, o IEO, che ha raccolto ben 3,25 milioni di dollari.

Appena un anno dopo arriva la grande crescita di Elrond. Nel 2021, infatti, i sistemi DeFi iniziano ad utilizzare la nuova rete Elrond e nascono partnership che implementano la tecnologia blockchain.

Elrond è una piattaforma blockchain di ultima generazione che punta a migliorare le tecnologie esistenti. La rete può essere utilizzata per creare le cosiddette Dapps, attraverso gli smart contracts. Queste sue funzionalità lo rendono un sistema molto simile ad Ethereum, ma il suo obiettivo è quello di migliorarne le prestazioni all’interno della sua nuova rete.

La piattaforma vuole creare una innovativa Internet Economy accessibile, veloce e sicura, capace di colmare le lacune e di rimuovere le criticità di altri sistemi più popolari come Ethereum e Bitcoin.

Una delle caratteristiche più importanti di Elrond è l’interoperabilità cross-chain del sistema che punta ad una completa decentralizzazione in modo da diventare un vero punto di riferimento e surclassare gli exchange. L’obiettivo della rete Elrond è quindi quello di offrire una comunicazione completa tra servizi esterni attraverso l’implementazione della EVM, Elrond Virtual Machine.

Elrond è una piattaforma dall’elevata scalabilità e che garantisce una grande rapidità nelle transazioni. Infatti, il sistema riesce ad elaborare anche 15.000 transazioni al secondo, diventando tra le piattaforme più performanti.

La blockchain di Elrond

Il funzionamento della blockchain di Elrond è completo e articolato. Non poggia su altri sistemi ma ha una rete propria, peraltro molto veloce.

La velocità della blockchain è garantita dall’innovativo approccio adottato, noto come Adaptive State Sharding. Si tratta di un meccanismo che agevola la comunicazione propria della rete. Infatti, la rete è suddivisa in shards interconnessi, che rendono la blockchain scalabile, veloce e decentralizzata.

Altra novità interessante introdotta da Elrond è il suo protocollo di convalidazione, noto come Secure Proof-of-Stake, o SPoS.

Il protocollo Secure Proof-of-Stake

Il meccanismo di consenso garantisce la sicurezza della blockchain perché convalida le transazioni. Un meccanismo che permette alla rete di proteggersi dalle truffe e che garantisce la decentralizzazione del sistema.

Tra i meccanismi più comuni ci sono il Proof-of-Work, come nel caso di Bitcoin, e il Proof-of-Stake.

Elrond ha invece adottato un meccanismo simile al PoS, ma migliorato sotto diversi aspetti, chiamato Secure Proof-of-Stake.

In questo caso il validatore viene selezionato in maniera del tutto casuale, in modo da distribuire più equamente i frammenti, anche detti shards.

Il validatore è un nodo all’interno della rete che convalidano i nuovi blocchi ottenendo token EGLD.

La nuova sorgente viene individuata con la firma della sorgente precedente generata dal validatore.

Il validatore dovrà mettere in stake i token EGLD prima di ricoprire questo ruolo.

All’interno della rete di Elrond ci sono anche altri ruoli, come gli osservatori e i pescatori.

I primi sono dei membri passivi della blockchain che non mettono in staking i loro token, ma possono agire come interfaccia di lettura e trasmissione per la rete. Invece, i pescatori sono quei nodi che verificano la validità dei blocchi proposti. I pescatori vengono ricompensati per il loro lavoro con token EGLD.

ELGD – il token di Elrond

Insieme alla blockchain di Elrond, un grande successo lo sta riscuotendo anche il suo token, ELGD, che ha raggiunto una capitalizzazione di mercato di oltre 4,4 miliardi di dollari.

Il numero massimo di token disponibili è di 31,415,926 e ad oggi sono in circolazione già più della meta, ossia oltre i 17 milioni.

Porre un limite al numero di monete disponibili rende i token più rari e, di conseguenza, ne accresce il prezzo, così come nel caso dei Bitcoin.

Il token ELGD non serve solamente agli scambi, ma è il motore della rete blockchain e permette di pagare le transazioni, implementare di dApp oltre ad eseguire gli smart contracts. Rappresenta, inoltre il premio riconosciuto ai validatori dei nuovi blocchi, come abbiamo avuto modo di vedere.

Diffusa già nel 2019, la criptovaluta inizia tuttavia a suscitare l’interesse degli investitori solamente nel 2021.

Dall’inizio del 2021 il prezzo è passato da una media di circa 30 dollari americani fino a toccare il massimo storico di 302,14 dollari.

Ma vediamo cosa bisogna fare per comprare il token Elrond ELGD.

Come comprare Elrond ELGD

Le alternative maggiori per comprare la criptovaluta e investire su di essa sono due: attraverso gli exchange di criptovalute e con le piattaforme di trading online attraverso i CDF.

Con i primi si diventa proprietari della criptovaluta scambiando il denaro fiat per il token da conservare all’interno di un wallet. All’interno delle piattaforme di exchange è possibile acquistare, vendere e persino conservare i token.

Invece, con i broker per il trading online non si diventa proprietari del token ma si può guadagnare puntando sull’andamento del prezzo, sia a rialzo che a ribasso.

È, tuttavia, importante scegliere piattaforme regolamentate e affidabili per non incappare in truffe.

Considerazioni finali

La blockchain di Elrond sta portando interessanti novità al mondo della finanza decentralizzata, tanto da aver catturato l’attenzione di esperti e investitori.

Sta vivendo un momento di forte crescita, pur non avendo ancora raggiunto il suo obiettivo. Infatti, ciò che si propone il sistema Elrond è di rendere accessibile e semplice la sua blockchain per effettuare transazioni in modo estremamente veloce.

Bisognerà, quindi, vedere nel lungo termine se Elrond riuscirà nel suo intento.

altre notizie che potrebbero interessarti

free webinar

TI SEI PERSO IL WEBINAR GRATUITO?
ISCRIVITI E GUARDA ORA IL REPLY!

Avrai accesso al Webinar completamente gratuito diretto direttamente da Ivo. Lascia il tuo nome e la tua email per ricevere l’accesso diretto.

    RICHIESTA INVIATA CORRETTAMENTE

    VERRAI RICONTATTATO DA UN NOSTRO CONSULENTE IL PRIMA POSSIBILE.

    DATI INVIATI CON SUCCESSO!

    LE ISCRIZIONI VENGONO VERIFICATE ED ELABORATE MANUALMENTE, TI INVIEREMO L’ACCESSO ENTRO UN MASSIMO DI 48 ORE.