Dogecoin: Guida Completa Alla Criptovaluta

Chi non ha mai sentito parlare di Dogecoin? Quest’anno questa criptovaluta è stata decisamente al centro dell’attenzione, soprattutto grazie all’intervento di personaggi di spicco come ad esempio Elon Musk che non solo l’ha eletta come sua cripto preferita ma ne ha anche ovviamente influenzato l’andamento.

Se siete curiosi di scoprire come funziona e come si può comprare la famosa cripto del simpatico meme continuate a leggere questa guida.

Comè nata e cos’è Dogecoin

A differenza di molte altre cripto, la storia di Dogecoin è peculiare: non nasce infatti da un’idea rivoluzionaria di qualche esperto informatico ma da un meme, cioè una di quelle vignette satiriche che oggi invadono il web.

Nel 2013, partendo quindi dal meme di un cane Shiba Inu, i due ingegneri informatici Jackson Palmer e Billy Markus decidono di creare quasi per scherzo un sistema di pagamento alternativo, in risposta ironica alla grande speculazione dell’epoca sulle criptovalute. Uno scherzo che nel 2021 è aumentato, dai suoi esordi, del 26.000%.

Ma come funziona Dogecoin?

Dogecoin è una criptovaluta che serve a comprare e vendere beni o servizi, quindi una forma di pagamento che, a differenza di quelli tradizionali, usa un metodo di pagamento decentralizzato: questo si traduce in maggiore sicurezza, migliore velocità delle transazioni e più sicurezza.

Il suo funzionamento è molto simile a quello del Bitcoin, da cui i creatori hanno preso spunto. La principale differenza sta però nel numero di token disponibili: limitato nel caso di Bitcoin, senza un tetto massimo nel caso di Dogecoin.

Vediamo alcune caratteristiche specifiche di Dogecoin.

Blockchain decentralizzata

Dogecoin è una blockchain decentralizzata, in parole povere un enorme database in cui i dati vengono salvati su più server collegati tra loro (chiamati nodi).

Il database è strutturato in blocchi (infatti si chiama blockchain cioè catena di blocchi) che gestiscono le transazioni.

La decentralizzazione assicura maggiore velocità alle transazioni (dal momento che queste vengono effettuate da moltissimi server sparsi in giro per il mondo) e sicurezza in quanto un potenziale attacco hacker non riuscirebbe a danneggiare tutti i nodi contemporaneamente.

Inoltre, Dogecoin è anche un sistema open-source, per cui chiunque può modificare l’algoritmo e apportare migliorie al sistema.

Protocollo Proof of Work

Il sistema Dogecoin si basa su questo algoritmo di consenso (che serve quindi a confermare le transazioni) per generare nuovi blocchi sulla catena della blockchain.

E’ lo stesso algoritmo che viene utilizzato da Bitcoin ma recentemente ci sono state ipotesi riguardo al fatto che Dogecoin potrebbe in futuro passare all’algoritmo Proof of Stake, sistema che consuma meno energia e in cui i nuovi blocchi non vengono minati ma vengono coniati. In pratica che significa?

Il risultato finale dei due meccanismi è lo stesso, cioè quello di convalidare i blocchi garantendo la correttezza delle transazioni, ma i due metodi ci arrivano con meccanismi diversi.

Con l’algoritmo PoW il procedimento è quasi fisico in quanto dei computer molto potenti effettuano calcoli super complessi e ricevono una ricompensa per il lavoro svolto; con l’algoritmo PoS esistono invece i cosiddetti validatori e la decisione riguardo ai nuovi blocchi da aggiungere è basato sul fatto che i partecipanti alla rete mettono a disposizione le proprie criptovalute (stake).

Il token DOGE

Ormai è entrato nell’uso comune chiamare “Dogecoin” quello che in realtà si chiamerebbe DOGE, cioè il token nativo del sistema Dogecoin.

DOGE è quindi la vera e propria criptovaluta di Dogecoin la quale permette scambi e pagamenti rapidi a costi molto contenuti. Come tutte le altre criptovalute, DOGE possiede propri valori ed andamenti ed è soggetta a continue oscillazioni sul mercato.

Vediamo allora le opzioni disponibili per acquistare DOGE.

Come acquistare DOGE

Ormai acquistare token DOGE è diventato estremamente semplice dal momento che, con il suo consolidamento sul mercato delle cripto, tutte le piattaforme hanno inserito questa criptovaluta tra le loro opzioni di acquisto o scambio.

I modi per acquistare DOGE sono due:

  • attraverso una piattaforma di exchange: su queste piattaforme si potranno acquistare DOGE (o frazioni di essi) diventandone proprietari oppure scambiare altre cripto in nostro possesso con DOGE. Come abbiamo detto DOGE è ormai supportato da qualsiasi exchange e ne esistono veramente tanti. I più utilizzati rimangono comunque Coinbase, Binance, Kraken, Huobi, Crypto.com, BitPanda, ecc.
  • tramite un broker intermediario (chiamati anche CFD): con questo metodo i DOGE saranno trattati come gli altri asset finanziari per cui non si diventerà effettivamente proprietari dei token ma si potrà speculare sulla loro variazione di prezzo. I più usati sono eToro, OBRinvest, IQoption, Ava Trade, ecc.

Investire in DOGE e in altre criptovalute è un’attività resa semplice dalla tecnologia ma in realtà complessa: se volete apprendere le basi per poi arrivare ad essere dei veri e propri esperti, vi ricordo la possibilità di iscriversi al nostro corso di formazione.

Pro e Contro

Dogecoin è un sistema che negli ultimi tempi ha registrato un boom di crescita davvero esplosivo ma ovviamente presenta sia dei pro che dei contro. Vediamoli insieme.

Pro:

  • blockchain decentralizzata che assicura basse commissioni e transazioni veloci.
  • criptovaluta molto popolare e che quindi registra un volume di scambi assai elevato.
  • i token DOGE disponibili non hanno un limite per cui non ci sono picchi volatili di prezzi.
  • utilizzabile su piattaforme molto popolari come Youtube.
  • community molto forte e vocazione alla filantropia: la community di Dogecoin si è rivelata essere non solo molto attiva ed unita ma anche dedita a campagne ammirevoli come la Doge4Water per la costruzione di un bacino di raccolta d’acqua in Kenya.

Contro:

  • volatilità e imprevedibilità del mercato delle criptovalute.
  • possibili difficoltà future nello stare al passo con la concorrenza soprattutto se non verranno apportate innovazioni tecniche.
  • uso dell’algoritmo PoW che risulta ormai obsoleto, anche se alcuni parlano di un potenziale aggiornamento a PoS.

Considerazioni finali

Dogecoin è un progetto sicuramente figlio di quest’epoca, nato come scherzo da un meme ma che è arrivato poi ad influenzare la finanza mondiale.

Nonostante abbia già visto il suo picco di crescita, Dogecoin potrebbe rivelarsi un sistema stabile e duraturo anche per il futuro, a patto che alcune delle sue tecnologie vengano implementate per rimanere al passo con i tanti nuovi progetti nascenti.

Punto a suo favore rimane comunque la grande community di utenti che sembra essere non solo molto unita ma anche responsabile e decisa a migliorare il progetto Dogecoin in cui crede fermamente.

altre notizie che potrebbero interessarti

free webinar

TI SEI PERSO IL WEBINAR GRATUITO?
ISCRIVITI E GUARDA ORA IL REPLY!

Avrai accesso al Webinar completamente gratuito diretto direttamente da Ivo. Lascia il tuo nome e la tua email per ricevere l’accesso diretto.

    RICHIESTA INVIATA CORRETTAMENTE

    VERRAI RICONTATTATO DA UN NOSTRO CONSULENTE IL PRIMA POSSIBILE.

    DATI INVIATI CON SUCCESSO!

    LE ISCRIZIONI VENGONO VERIFICATE ED ELABORATE MANUALMENTE, TI INVIEREMO L’ACCESSO ENTRO UN MASSIMO DI 48 ORE.