È INIZIATO IL BLACKFRIDAY! FINO AL 40% DI SCONTO SU TUTTI I PRODOTTI IVO AVIDHOLD!

OFFERTE A NUMERO LIMITATO!

Giorni
Ore
Minuti
Secondi

Chainlink: Guida Completa Alla Criptovaluta

Il mondo delle criptovalute è in continua espansione tanto che può risultare difficile rimanere al passo e districarsi tra tutti i progetti esistenti, sia che siano presenti sul mercato da qualche anno o che siano appena nati.

Ciascuno possiede comunque le proprie particolarità e caratteristiche e, a questo riguardo, quello di Chainlink si rivela essere un progetto molto interessante.

Se Chainlink ha attirato la vostra attenzione e volete saperne di più sulle sue caratteristiche e su come comprare questa criptovaluta continuate a leggere questa guida.

Cos’è e come funziona Chainlink

Chainlink nasce nel 2017 grazie ad una società fintech chiamata SmartContract, guidata da Sergey Nazarov e Steve Ellis. L’idea dei due, cioè quella di creare una sorta di “ponte” tra il mondo reale e le blockchain, ha subito ottenuto un ottimo successo ottenendo ben 32 milioni di dollari dagli investitori.

Ma come funziona esattamente Chainlink?

Per spiegare in maniera chiara il funzionamento di questo progetto bisogna fare un passo indietro e spiegare due concetti fondamentali, cioè gli “smart contract” e gli “oracoli”:

  • smart contract: gli smart contract sono dei contratti “intelligenti” che contengono al loro interno delle regole, delle determinate condizioni, al verificarsi delle quali essi risponderanno in un modo pianificato e specifico. Il problema principale e limite degli smart contract è che questi strumenti non possono comunicare né con le altre blockchain, né con il mondo esterno.
  • i cosiddetti oracoli si trovano all’interno delle blockchain e servono a raccogliere dati ed informazioni dall’esterno e trasferirli all’interno della blockchain. Questi connettono la blockchain alla realtà esterna permettendo così alla blockchain di ottenere molti più dati su cui basarsi per eseguire una certa azione o no (cioè i potenziali “inneschi” per far sì che gli smart contract si attivino). In pratica, grazie agli oracoli, gli smart contract hanno molte più informazioni su cui basarsi per fornire la loro determinata risposta al verificarsi di un determinato evento.

Chainlink riunisce numerosi oracoli al suo interno per far sì che tantissime informazioni possano essere scambiate tra la blockchain e la realtà informatica esterna.

I diversi tipi di oracoli sono anche in competizione tra loro così che le informazioni siano sempre il più corrette possibili e verificabili su più punti.

Ma come possiamo essere certi che i dati che Chainlink riceve dall’esterno siano sicuri e non manipolati?

Chainlink fa un controllo incrociato delle informazioni ricevute da molti nodi diversi. Ogni nodo riceve inoltre un punteggio “reputazione” e quelli che non si comportano in modo corretto andranno in contro ad una penale o all’espulsione.

Come incentivo a fornire dati attendibili, i nodi ricevono pagamenti in LINK (il token di Chainlink che vedremo tra poco) nel caso le informazioni da loro trasmesse siano corrette; più le informazioni risultano accurate, maggiore è la ricompensa che quel nodo riceverà, incentivando in questo modo un ambiente onesto.

LINK – il token di Chainlink

Chainlink possiede il proprio token nativo, cioè la sua vera e propria criptovaluta, chiamata LINK.

Le funzioni di LINK sono più di una:

  • retribuire i nodi dei vari oracoli di Chainlink per le informazioni ed i dati che questi trasmettono.
  • è un token di tipo ERC20 per cui è compatibile e intercambiabile con tutti gli altri token dello stesso tipo emessi sulla blockchain Ethereum (che sono centinaia di migliaia).
  • essendo uno strumento finanziario con un proprio valore ed andamento possono essere acquistati o scambiati sul mercato e si può speculare sulla loro variazione di prezzo.
  • i nodi possono inoltre fare staking con LINK, cioè depositare e bloccare i token per dimostrare il proprio impegno nei confronti del progetto.

Come acquistare LINK

Acquistare i token LINK è un’operazione molto semplice ed immediata che può essere effettuata tramite due metodi completamente differenti:

  • tramite exchange: attraverso le piattaforme di exchange si possono acquistare LINK o frazioni di essi, scambiandoli con valute FIAT (cioè tradizionali come Euro, Dollaro, ecc.) o con altre criptovalute già in nostro possesso. I LINK, di cui si diventa effettivamente proprietari, potranno poi essere custoditi all’interno di un wallet digitale con il vantaggio che, essendo LINK un token ERC20, esso potrà essere conservato in qualsiasi tipo di wallet abilitato a questo tipo di token. Gli exchange più utilizzati per acquistare LINK sono Binance, Coinbase, Exodus, Kraken, ecc.
  • tramite broker intermediari: in questo caso non si possono effettivamente acquistare i token LINK ma si può speculare sulla loro variazione di prezzo, puntando quindi sul loro rialzo o ribasso. Queste piattaforme sono gratuite e molto prevedono anche la possibilità di aprire un account di prova prima di investire veramente. Le più utilizzate sono IQ Option, eToro, OBRinvest, BitPanda, ecc.

Pro e contro di Chainlink

Chainlink è un progetto unico nel suo genere e possiede numerosi vantaggi ma anche qualche svantaggio da tenere in considerazione.

Pro:

  • è un progetto unico in quanto ad oggi Chainlink è l’unico fornitore di vari oracoli decentralizzati.
  • decentralizzazione: un’unica parola per indicare velocità, sicurezza e bassi costi delle transazioni effettuate con questo sistema.
  • grande estensione: la struttura estensibile di Chainlink può fornire informazioni praticamente su tutto.
  • collaborazioni importanti: ad esempio quella con la rete di transazioni bancarie SWIFT, una delle più grandi reti finanziarie a livello mondiale.
  • progetto solido supportato da tecnologie avanzate e team di esperti.

Contro:

  • il token LINK è più che altro un token utility, cioè la “benzina” che serve a far funzionare la rete quindi, a differenza di altre cripto, è difficile che venga accumulato dagli investitori come valuta alternativa.
  • oscillazioni e imprevedibilità del mercato: problema che affligge tutte le criptovalute, in particolare quelle nuove o in continuo aggiornamento.
  • esistono progetti simili, tuttavia questo è un contro a metà perché essi si trovano ancora molto indietro rispetto a Chainlink.

Considerazioni finali

Chainlink è un progetto innovativo, unico nel suo genere, avanzato e con basi solide.

I punti a suo favore sono sicuramente la grandissima potenziale estensione del progetto che potrà diventare sempre più utilizzato grazie a partnership strategiche e di spicco nel mondo della finanza.

La concretezza del progetto lo differenzia decisamente da molti altri che non sembrano poter avere uno sbocco reale nell’utilizzo quotidiano; proprio per questa concretezza ed effettiva usabilità, Chainlink è una realtà interessante e da tenere d’occhio per i suoi sviluppi nel prossimo futuro.

altre notizie che potrebbero interessarti

free webinar

TI SEI PERSO IL WEBINAR GRATUITO?
ISCRIVITI E GUARDA ORA IL REPLY!

Avrai accesso al Webinar completamente gratuito diretto direttamente da Ivo. Lascia il tuo nome e la tua email per ricevere l’accesso diretto.

    RICHIESTA INVIATA CORRETTAMENTE

    VERRAI RICONTATTATO DA UN NOSTRO CONSULENTE IL PRIMA POSSIBILE.

    DATI INVIATI CON SUCCESSO!

    LE ISCRIZIONI VENGONO VERIFICATE ED ELABORATE MANUALMENTE, TI INVIEREMO L’ACCESSO ENTRO UN MASSIMO DI 48 ORE.