Algorand: Guida Completa Alla Criptovaluta

Nel mondo delle criptovalute assistiamo di continuo alla nascita e crescita di nuovi progetti che, in questo panorama ampio e variegato, cercano di farsi strada a colpi di funzionalità innovative e tecnologie sempre più avanzate.

Un progetto che negli ultimi tempi ha sicuramente attirato l’attenzione generale, sia per la crescita registrata sia per il fatto di essere in parte italiano, è Algorand.

Se siete curiosi di scoprire tutto su Algorand e sulla sua relativa criptovaluta continuate a leggere questa guida.

La nascita e le caratteristiche del progetto Algorand

Algorand nasce nel 2017 dall’idea di Silvio Micali, professore del Massachusetts Institute of Technology (MIT) e vincitore del prestigioso premio Turing.

Lo scopo del suo progetto era quello di risolvere i classici problemi delle criptovalute di generazione precedente, cioè principalmente l’inquinamento ambientale (in termini di consumo di energia) e la decentralizzazione.

L’obiettivo era quindi quello di creare una blockchain che fosse allo stesso tempo decentralizzata e sostenibile ma anche scalabile e sicura.

Come funziona la rete Algorand?

Algorand è una blockchain (cioè una rete) decentralizzata ad alta velocità, aperta e “senza autorizzazione”, per cui tutti possono aggiungersi come utenti senza dover essere preventivamente autorizzati.

Alcune caratteristiche dell’ecosistema Algorand lo distinguono da altri progetti simili ed in particolare il protocollo PPoS, l’aver risolto il trilemma delle blockchain ed il meccanismo delle ricompense tramite il token ALGO.

Vediamo nel dettaglio queste caratteristiche.

Protocollo PPoS (Pure Proof of Stake)

Algorand è la prima blockchain che utilizza questo tipo di protocollo che implementa e migliora il suo predecessore (Proof of Stake).

Nel caso del nuovo protocollo di Algorand, ciascun token vale tanto quanto gli altri e questo significa che ciascun possessore di ALGO ha la stessa probabilità di essere scelto come validatore dei blocchi.

Per entrare più nel dettaglio, una volta che i due terzi dei detentori di token danno il proprio consenso e si accordano sul blocco, questo verrà aggiunto alla catena.

I validatori vengono scelti da un algoritmo in maniera casuale tra tutti i possessori di token, quindi tutti hanno la possibilità di essere scelti dal sistema, garantendo così la decentralizzazione.

Questo meccanismo aggiunge anche sicurezza all’intero processo in quanto, essendo la scelta effettuata casualmente di volta in volta, l’identità dei validatori rimane sconosciuta e quindi non possono essere corrotti, manipolati o attaccati, proteggendo in questo modo la rete da membri malintenzionati.

La soluzione al trilemma

Il cosiddetto trilemma delle blockchain è quel problema che fino ad ora ha posto le blockchain davanti ad una scelta: in un ipotetico triangolo in cui le punte rappresentano sicurezza, scalabilità e decentralizzazione, i progetti passati potevano sceglierne solo due su cui puntare.

Algorand sostiene invece di aver risolto il trilemma e di qualificarsi come sistema sicuro, scalabile e decentralizzato.

Le tre caratteristiche sono tutte interrelazionate, dal momento che la sicurezza viene garantita dalla distribuzione del controllo tra tutti coloro che partecipano al progetto, quindi dalla decentralizzazione; quest’ultima poi garantisce anche la scalabilità, poiché non solo i validatori vengono scelti in modo casuale e cambiano per ogni transazione, ma possono essere incluse miliardi di transazioni da parte di miliardi di utenti in tutto il mondo, con velocità rapidissime a costi molto bassi.

Meccanismo delle ricompense

Algorand possiede anche il suo token nativo chiamato ALGO, un vero e proprio strumento crittografico che può essere acquistato o scambiato come tutte le altre criptovalute.

ALGO però ha anche un’altra importante funzione cioè quella di far ottenere dei premi ai suoi possessori.

Semplicemente custodendo gli ALGO nei propri wallet e senza dover effettuare altre procedure aggiuntive, coloro che detengono ALGO possono infatti ottenere dei premi (sempre in ALGO) che vengono distribuiti sulla rete.

Il sistema è molto simile a quello dello staking, per cui si ricevono delle ricompense per aver bloccato le proprie cripto ma, in questo caso, lo staking è appunto automatico e correlato al semplice possesso dei token.

Come comprare ALGO

Comprare criptovalute è diventata oggi un’operazione molto semplice e alla portata di tutti e questo vale anche per l’acquisto di ALGO. Gli strumenti a disposizione per acquistare questi token sono due:

  • utilizzare una piattaforma di exchange tramite la quale si possono acquistare ALGO di cui poi si diventerà effettivamente possessori. Gli ALGO comprati tramite exchange possono essere poi custoditi nell’exchange o nel portafoglio ufficiale Algorand chiamato Algorand Wallet. Gli exchange più famosi ed utilizzati sono Binance, Coinbase, Kraken, Ledger, ecc.
  • attraverso i broker intermediari (chiamati CFD) per cui si potrà speculare sulle variazioni di prezzo dei token ALGO senza esserne effettivamente proprietari. I migliori sono eToro, Libertex, OBRinvest, ecc.

Se volete approfondire l’analisi e l’acquisto di criptovalute, partendo dalle basi per arrivare ad essere dei veri e propri professionisti, vi ricordo la possibilità di iscriversi al nostro corso di formazione.

Pro e contro di Algorand

Nel vasto mondo della finanza decentralizzata e delle criptovalute, ciascun progetto possiede pro e contro. Nel caso specifico di Algorand si possono notare questi vantaggi e svantaggi:

Pro:

  • sistema molto efficiente dal punto di vista energetico, in grado di effettuare miliardi di transazioni con una richiesta minima di potenza computazionale.
  • scalabilità su scala mondiale per cui nel sistema possono operare miliardi di utilizzatori in contemporanea.
  • Open Source, per cui il sistema permette a chiunque di collaborare al suo interno.
  • algoritmo di consenso PPoS che garantisce decentralizzazione, trasparenza e controllo delle operazioni.
  • sistema di ricompense, che permette la distribuzione di queste ultime a qualsiasi possessore di ALGO, indipendentemente dal numero di questi detenuto.
  • accordo con la SIAE: 4 milioni di token sono stati creati in accordo con la Società Italiana Autori ed Editori, allo scopo di rappresentare i diritti dei 95.000 autori associati.
  • Team con grande esperienza e ben assortito, primo fra tutti il suo fondatore, già vincitore del cosiddetto “Nobel dell’informatica”; progetto supportato da nomi di spicco di varie aziende.

Contro:

  • volatilità del mercato delle criptovalute che oscilla fortemente anche su base giornaliera; questa è comunque una considerazione che vale per tutte le criptovalute.
  • progetti concorrenti: il mondo delle cripto è estremamente competitivo e spuntano di continuo nuovi progetti che potrebbero rivelarsi degli insidiosi concorrenti.

Considerazioni finali

Algorand è sicuramente un progetto interessante che presenta alcune caratteristiche che lo rendono molto moderno ed innovativo: l’uso di un nuovo protocollo di consenso, unito alla sicurezza, rapidità e decentralizzazione del sistema, fanno di Algorand uno strumento di finanza decentralizzata avanzato tecnologicamente e all’avanguardia.

Da tenere in considerazione anche come il progetto, nonostante sia stato lanciato da pochi anni, abbia già ottenuto un grandissimo risultato: sono infatti oltre 400 le organizzazioni e i business internazionali che si affidano alla sua tecnologia, cosa che senza dubbio conferma l’affidabilità di questa blockchain, intesa anche come vera e propria rete di rapporti strategici.

altre notizie che potrebbero interessarti

free webinar

TI SEI PERSO IL WEBINAR GRATUITO?
ISCRIVITI E GUARDA ORA IL REPLY!

Avrai accesso al Webinar completamente gratuito diretto direttamente da Ivo. Lascia il tuo nome e la tua email per ricevere l’accesso diretto.

    RICHIESTA INVIATA CORRETTAMENTE

    VERRAI RICONTATTATO DA UN NOSTRO CONSULENTE IL PRIMA POSSIBILE.

    DATI INVIATI CON SUCCESSO!

    LE ISCRIZIONI VENGONO VERIFICATE ED ELABORATE MANUALMENTE, TI INVIEREMO L’ACCESSO ENTRO UN MASSIMO DI 48 ORE.