Aave: Guida Completa Alla Criptovaluta

Dopo il grande boom degli ultimi tempi, le criptovalute non sono più appannaggio solo degli esperti o degli appassionati, ma sono ormai entrate nel gergo comune e conoscere qualcosa al riguardo è diventato pressoché obbligatorio.

Ma come potersi districare in questo mondo? Beh, ovviamente leggendo le nostre guide!

In questo articolo vi parlerò di Aave, una cripto che ha molto fatto parlare di sé per via del suo progetto ambizioso: dopo aver esaminato come è nata, vi illustrerò anche come poter investire in questa criptovaluta, analizzandone i pro e contro.

Nascita e caratteristiche del progetto Aave

Aave nasce nel 2017 dalla mente di Stani Kulechov e del suo team di esperti con il nome di EthLend; nel 2020 avviene invece il lancio ufficiale della nuova versione, che prevedeva il passaggio dal token LEND al token AAVE.

Il termine “Aave” è finlandese e significa “fantasma” e probabilmente si riferisce al suo protocollo rispettoso della privacy.

Quali sono le principali caratteristiche di Aave? Scopriamole insieme.

Aave per il prestito di cripto

Aave è una blockchain open source, che permette principalmente di prestare e ricevere in prestito criptovaluta.

I prestiti vengono effettuati a chi li richiede, grazie ad un pool di liquidità, cioè una specie di riserva di criptovaluta, da cui il sistema attinge per i prestiti stessi, che possono avvenire in qualsiasi criptovaluta; queste vengono messe a disposizione da utenti chiamati “fornitori di liquidità”.

Come fanno costoro a rendere disponibili i propri token? Semplicemente facendo staking, cioè bloccando le proprie criptovalute per metterle a disposizione di chi richiede un prestito. Per fare staking e prestare le loro cripto, essi ricevono una remunerazione, che è sotto forma di interessi. Ogni volta che le cripto dei fornitori vengono prese in prestito si generano infatti degli interessi, che andranno distribuiti ai fornitori proporzionalmente ai token da loro prestati.

Il tasso di interesse è automatico e si auto-aggiusta a seconda della domanda e dell’offerta, mantendendo così il mercato in equilibrio.

A garanzia del prestito, colui che lo richiede deve inserire un collaterale, cioè un bene a garanzia del prestito che sta richiedendo e che sia di valore superiore a quanto richiesto.

Esiste anche la possibilità di “Prestiti Flash”, cioè di prestiti istantanei senza il bisogno di collaterali come garanzia. L’unica condizione è che l’importo del prestito più la commissione vengano restituiti prima della fine della transazione.

Al fine di individuare il perfetto prestatore per il richiedente, Aave usa il protocollo Automatch, che si preoccupa di distribuire sia il rischio che la remunerazione.

Integrazione con altri ecosistemi

Aave non si pone come sistema distinto e completamente isolato dal resto del mondo crittografico ma anzi, è integrato con altri ecosistemi.

Aave si affida infatti ad un altro progetto di Finanza Decentralizzata (DeFi) chiamato Chainlink per ottenere i dati e le informazioni riguardo il tasso dei diversi token: a seconda di questi dati, Aave può aggiustare il proprio tasso di interesse.

Aave è anche integrato con un altro ecosistema chiamato Uniswap: per i prestiti è infatti possibile utilizzare anche i pool di liquidità all’interno di Uniswap come garanzia per i prestiti Aave.

Gli aToken ed i token AAVE

Nell’ecosistema Aave bisogna distinguere diversi token: gli aToken ed i token AAVE.

Quando viene effettuato un prestito, il sistema Aave crea degli aToken, che simboleggiano i token sottostanti, cioè quelli che sono stati prestati.

Ad esempio, se io sono un fornitore e metto a disposizione 10000 DOGE, quando questi saranno immessi nel pool di liquidità io riceverò 10000 aToken Doge, che simboleggiano i miei token prestati e mi danno diritto alla maturazione degli interessi.

D’altra parte i token AAVE sono invece i token nativi dell’ecosistema, la “benzina” che lo fa funzionare.

Essi possiedono un proprio valore ed andamento e possono essere scambiati con altre criptovalute.

Il loro ruolo principale è tuttavia quello di pagare gli interessi sui prestiti generati all’interno di Aave: chi mette a disposizione i propri token si vedrà pagare gli interessi in AAVE.

Oltre a questo, gli AAVE sono anche uno strumento di governance in quanto chi li possiede ha diritto di voto per quanto riguarda le modifiche e gli aggiornamenti futuri del progetto Aave.

Come comprare AAVE

Per acquistare i token AAVE le possibilità sono essenzialmente due, entrambe abbbastanza sicure, semplici e con una procedura molto intuitiva:

  • tramite exchange: acquistando AAVE tramite una piattaforma di exchange, si potrà diventare gli effettivi proprietari dei token. Questo metodo è molto semplice, basta creare un account sulla piattaforma, scegliere un metodo di pagamento e acquistare il numero di token desiderato. Gli exchange più utilizzati sono Coinbase, Binance, Kraken, SpectroCoin, BitPanda, ecc.
  • tramite un broker: i broker sono degli intermediari che permettono di speculare sulla variazione di prezzo dei token, sia al rialzo che al ribasso, senza esserne gli effettivi proprietari. Anche in questo caso la procedura è assai lineare e molti permettono di fare pratica con un conto demo prima di investire veramente. I più famosi sono eToro, Capital.com, Libertex, ecc.

Questa è solo una breve panoramica, se volete diventare dei veri esperti di trading di criptovalute vi ricordo la possibilità di iscriversi al nostro corso di formazione.

Pro e contro di AAVE

Pro:

  • sistema automatico: Aave gestisce autonomamente tutte le fasi del prestito, dal controllo della situazione del richiedente fino all’erogazione e alla distribuzione degli interessi.
  • efficienza e sicurezza: chi possiede criptovaluta e vuole guadagnare degli interessi può trovare in Aave un sistema remunerativo. Chi invece ha bisogno di liquidità trova in Aave un sistema molto chiaro, trasparente, sicuro e automatico, che rende il processo di prestito molto semplice.
  • decentralizzazione della blockchain che assicura velocità delle transazioni e basse commissioni.

Contro:

  • imprevedibilità e costanti oscillazioni del mercato, considerazione comunque valida per qualsiasi criptovaluta.
  • il valore dei token AAVE è legato alla crescita e utilizzo del sistema.
  • ad oggi AAVE domina indisturbato il mercato cripto per quanto riguarda i prestiti decentralizzati, ma non si può escludere lo sviluppo in futuro di progetti concorrenti.

Considerazioni finali

Aave è sicuramente un progetto unico nel suo genere ed in breve tempo è entrato nella Top Ten delle cripto grazie alla sua idea assolutamente innovativa di portare i prestiti nel mondo crittografico.

Come tutti i progetti cripto, anche Aave è una scommessa e solo il tempo potrà svelare il successo o meno del progetto; può però contare su alcuni punti di forza come la semplicità di utilizzo, la trasparenza e sicurezza delle transazioni ed il continuo sviluppo e miglioramento del suo ecosistema.

altre notizie che potrebbero interessarti

free webinar

TI SEI PERSO IL WEBINAR GRATUITO?
ISCRIVITI E GUARDA ORA IL REPLY!

Avrai accesso al Webinar completamente gratuito diretto direttamente da Ivo. Lascia il tuo nome e la tua email per ricevere l’accesso diretto.

    RICHIESTA INVIATA CORRETTAMENTE

    VERRAI RICONTATTATO DA UN NOSTRO CONSULENTE IL PRIMA POSSIBILE.

    DATI INVIATI CON SUCCESSO!

    LE ISCRIZIONI VENGONO VERIFICATE ED ELABORATE MANUALMENTE, TI INVIEREMO L’ACCESSO ENTRO UN MASSIMO DI 48 ORE.