Hodl: cosa significa nel gergo delle cripto

Se sei entrato da poco nel mondo delle criptovalute e non sai molto di questo settore, probabilmente avrai comunque sentito almeno una volta pronunciare la parola “hodl”.

E se stai leggendo ti starai chiedendo: “cosa diavolo è “Hodl” e perché la gente lo dice?

È una parola diventata così popolare nel gergo di chi investe in criptovalute che si è fatta strada nel mainstream, fino ad essere usata come un verbo da molti nei canali social.

Tuttavia, il significato è abbastanza semplice. “Hodl” significa essenzialmente “tenere” o “conservare”, ed è spesso usato come sinonimo di “mantenere” qualcosa, o semplicemente come versione abbreviata di “tenere” o “conservare” appunto.

Scopriamo di più su come è nato questo termine.

La storia dietro “Hodl”

Nel 2013, un utente del forum Bitcointalk scriveva un post per descrivere il motivo per il quale non si sarebbe separato dai suoi token, nonostante il mercato delle criptovalute (e, in particolare, dei Bitcoin) stesse crollando. Preso dalla foga e, a detta sua, da qualche drink, GameKyuubi scriveva erroneamente “I am Hodling”, invece di “I am Holding” (traducibile in italiano con “Sto tenendo”) per comunicare agli altri utenti della piattaforma che, da quel momento in poi, avrebbe semplicemente tenuto i suoi BTC senza venderli, a prescindere dalle oscillazioni del mercato.

In poco tempo questo errore di battitura divenne virale sotto forma di meme e GIF, diventando anche l’acronimo di “Hold on for Dear Life”, traducibile in italiano con le espressioni “Stringere i denti”, “Tenerselo stretto a vita” e “Reggi con tutte le tue forze”.

Oggi viene spesso utilizzato dagli utenti anche assieme ad un’altra espressione ormai propria del mondo delle monete virtuali: “To the Moon”.

Cosa significa Hodl?

Il termine Hodl è ormai uno dei più utilizzati nella comunità Bitcoin e, in generale, nel mondo delle criptovalute.

Ma cosa significa Hodl? La parola Hodl rappresenta un tipo di strategia da adottare nel lungo termine quando si acquistano criptovalute. Consiste nell’acquistare una criptovaluta, tenendola nel proprio portafoglio virtuale senza venderla per un determinato periodo di tempo, a prescindere dalle fluttuazioni del mercato. Questo modo di investire si attua (o meglio, si dovrebbe attuare) quando si ritiene che il valore dei propri token possa aumentare nel periodo di riferimento.

Anche se sembra semplice da attuare, richiede che il possessore di monete virtuali non si lasci assalire dall’ansia o dal panico nel momento in cui il mercato è in ribasso o non si faccia prendere dall’euforia quando quest’ultimo è in rialzo, vendendo magari per un guadagno temporaneo irrisorio. La peculiarità richiesta da questo tipo di investimento è il saper aspettare il termine stabilito per la vendita delle proprie posizioni.

I vantaggi di Hodl

Fra i principali vantaggi ce n’è sicuramente uno: l’unica azione necessaria dopo l’acquisto è la vendita nel termine stabilito. Questo permette di vivere senza preoccuparsi se il mercato è in rialzo o è in ribasso, in quanto è ininfluente quando si decide di conservare le criptovalute per un determinato periodo di tempo.

Le uniche due azioni operative richieste da questo tipo di strategia sono rappresentate dall’acquisto delle monete virtuali e dalla vendita delle stesse al momento della scadenza del periodo.

I rischi di Hodl

Le principali insidie derivanti dall’attuazione di questa strategia sono fondamentalmente due.

In primo luogo, molti nuovi investitori tendono ad entrare nel mercato quando i prezzi sono alti, in quanto attirati dalla tendenza rialzista dello stesso. Questa scelta si traduce spesso in uno stress psicologico derivante dalla volatilità del mercato perché i trader potrebbero vedere i propri investimenti scendere del 20%, 30%, 40%, 50% anche nell’arco di qualche ora.

In secondo luogo, la mancanza di esperienza dei nuovi investitori può giocare un brutto scherzo quando si tratta di vendere le proprie criptovalute per conseguire il profitto. Il nuovo trader rischia di non comprendere il momento giusto per liberarsi dai propri coin e questo perché per nessuno è facile alienare quando il mercato è in rialzo.

I più grandi hodlers di Bitcoin

Sembra assurdo, ma il più grande hodler di Bitcoin sappiamo come si chiama, ma non sappiamo chi sia. E chi potrebbe mai essere? Di chi stiamo parlando? Ovviamente del creatore di Bitcoin, Satoshi Nakamoto, il quale si stima sia detentore di oltre un miliardo di Bitcoin.

Proseguendo con i maggiori detentori di Bitcoin ci troviamo di fronte ai fratelli Tyler e Cameron Winklevoss, che i più conoscono per essere stati i co-ideatori di una piattaforma che oggi conta circa 2,80 miliardi utenti: Facebook.

La nostra speciale classifica include nomi illustri del mondo delle criptovalute che, per primi, hanno compreso la potenzialità dei Bitcoin. Stiamo parlando di Barry Silbert (fondatore e CEO di Digital Currency Group) e Dan Morehead (fondatore, CEO e co-direttore degli investimenti di Pantera Capital).

Digital Currency Group ha investito, ad oggi, in più di 125 società legate alla blockchain e Pantera Capital è la prima società di investimento che decise di concentrarsi sui Bitcoin, oltre a rappresentare uno dei maggiori detentori istituzionali di criptovaluta in circolazione.

Hodling vs trading?

Per comprendere al meglio quale strategia adottare, bisogna partire da quella che si considera maggiormente redditizia e dallo scopo che si vuole raggiungere. Le strategie maggiormente adottate dai neofiti nell’ambito delle criptovalute sono fondamentalmente due e si riassumono attraverso questi due termini: hodling o trading.

Il primo consiste nell’investire in criptovalute (come, ad esempio, Bitcoin o Ethereum – ETH) al solo scopo di conservarle per un periodo di tempo più o meno lungo, mentre il secondo consta nell’acquistare moneta virtuale al fine di scambiarle sul mercato per guadagnare denaro o per aumentare le proprie partecipazioni in criptovalute.

Quale dei due strumenti di investimento è vincente? In realtà si può guadagnare denaro sia facendo hodling, quando si riesce a stabilire il momento giusto per alienare definitivamente le proprie criptovalute, sia facendo trading, quando si attua una corretta gestione del rischio. Tuttavia, la miglior strategia in questo mercato e, in generale in tutti i mercati, consiste nell’attuare un mix fra queste due strategie.

Consigli d’uso

Il consiglio che si può dare a tutti i trader che decidono di investire i propri soldi (siano essi euro, dollari o sterline) è quello di predisporre un progetto da cui partire, per non rischiare di perdere il proprio asset e di valutare attentamente lo scopo dell’investimento e la durata dello stesso. Bisogna inoltre sempre ricordarsi che il mercato delle valute virtuali è altamente volatile e se non si valutano attentamente le scelte che si fanno si rischia di perdere tutto.

Exchange consigliati per iniziare ad investire in crypto

altre notizie che potrebbero interessarti

free webinar

TI SEI PERSO IL WEBINAR GRATUITO?
ISCRIVITI E GUARDA ORA IL REPLY!

Avrai accesso al Webinar completamente gratuito diretto direttamente da Ivo. Lascia il tuo nome e la tua email per ricevere l’accesso diretto.

    RICHIESTA INVIATA CORRETTAMENTE

    VERRAI RICONTATTATO DA UN NOSTRO CONSULENTE IL PRIMA POSSIBILE.

    DATI INVIATI CON SUCCESSO!

    LE ISCRIZIONI VENGONO VERIFICATE ED ELABORATE MANUALMENTE, TI INVIEREMO L’ACCESSO ENTRO UN MASSIMO DI 48 ORE.